.
Annunci online

smog [ qualsiasi inquinamento desideriate ]
 


*per quelli che si chiedono: "how could I do my job and still have time to think?"*

 

 

 

QUESTO BLOG VALE £7675 SECONDO LA STIMA DI wewantyoursoul.com    PER INFORMAZIONI INERENTI L'ACQUISTO (in euro o dollari) RIVOLGERSI AL TITOLARE (smog123@libero.it)

[gli italiani quando sono in due si confidano segreti, tre fanno considerazioni filosofiche, quattro giocano a scopa, cinque a poker, sei parlano di calcio, sette fondano un partito del quale aspirano tutti segretamente alla presidenza, otto formano un coro di montagna]



Ascolta il profumo dell'ottimismo


22 marzo 2005


Tonino Guerra senatore a vita

Altro che Elio Toaff, Marco Pannella, Mike Bongiorno e tutti gli altri nomi tirati fuori dai vari vecchi cilindri della politica italiana. Il posto da senatore a vita lasciato libero dalla morte di Mario Luzi può andare esclusivamente a una persona. Per questo è necessario che la rete si mobiliti e sottoscriva questa lettera aperta a Carlo Azeglio Ciampi.

 

Illustrissimo Capo dello Stato, ma scherziamo? Stai a menarcela tutto il santo giorno che l’Italia è in declino, che dobbiamo rialzarci, che la situazione è insostenibile, che Bruno Vespa ha troppe serate sulla Rai, insomma ci trapani il cervello con gli appelli alla patria, le sfilate delle forze armate ai Fori Imperiali, le markette alla Scala di Milano della quale non ti perdi mai una prima, i finti bagni di folla nel lungomare di Livorno, e poi mi caschi sul senatore a vita? L’Italia ha bisogno di una svolta e soprattutto di un nuovo presidente del Milan. Quindi comincia tu a dare il buon esempio e inietta una bella dose di ottimismo dentro al parlamento italiano. Perché l’ottimismo è il profumo delle idee e al Senato non ci sarebbe vita senza la forza emilian-romagnola del poeta di riferimento dei consumatori italiani. Nomina Tonino Guerra senatore a vita, per tutti noi che non ne possiamo più del pastone di Ida Peritore, del brodino domenicale di Scalfari, dell’eterno ritorno di Mieli e Prodi, insomma della politica italiana che non ha più i capelli e tenta di fregarci col trapianto. (Le tette, caro Silvio, se uno non ce le ha non se le può dare). E allora è arrivato il momento di portare dentro il parlamento il frigorifero “Ignis – Arl644 bianco” e far nascere finalmente la Repubblica dell’ottimismo. Perché là dentro (al Senato) ancora non c’è. Gianni!!




permalink | inviato da il 22/3/2005 alle 14:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
sfoglia     febbraio        aprile