Blog: http://smog.ilcannocchiale.it

Caro caimano, l'Italia è una e kadima

Sollecitato da un'ampia percentuale dei mei lettori (guarins in un commento del post precedente), dico anch'io la mia sul Caimano. Premesso che non si poteva dire meglio di così, specifico il punto 5: il film spiega alla perfezione come quella sinistra, i nani moretti, non sia riuscita in questi anni ad afferare per nulla Silvio Berlusconi. Non lo capiscono, non c'è niente da fare. O lo odiano, o cercano di imitarlo. Ma non lo comprendono. Per loro è solo un problema giudiziario, una questione di malavita palazzinara. Ma a me Raitre fa schifo.

Poi. C'è una cosa che mi fa incazzare del nanimoretti pensiero: questa foga nel dire che ci sono due italie, che ci sono i buoni e i bavosi, che loro sono quelli puliti e gli altri gli untuosi, che da una parte ci sono i lego e dall'altra la televisione. Ma di cosa parla? A chi interessa la sua indignazione permanente? A chi frega qualcosa dello stalliere Mangano? L'Italia gira e procede senza l'ossessione patologica del Cavaliere che hanno i nanimor, senza il bisogno di un capro espiatorio di tutte le colpe, piove Berlusconi ladro. L'Italia è una e kadima, iniziate ad abituarvi all'idea. La finale di Amici l'abbiamo vista tutti.

Pubblicato il 29/3/2006 alle 1.22 nella rubrica grandi scenari.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web